La Regione Liguria ha modificato la norma regionale sulla obbligatorietà della presenza del bagnino nelle strutture ricettive (agriturismi) con piscina.
In data 1 ottobre 2008 è stato pubblicato sul BUR n° 12 della Regione Liguria (pag. 500) una nuova norma intitolata "Disposizioni di attuazione della disciplina dell’attività agrituristica di cui alla legge regionale 21 novembre 2007 n. 37" che all'articolo 10, a riguardo delle piscine recita:

Articolo 10
(Piscine)
1. Le piscine delle aziende agrituristiche sono classificate private ad uso collettivo e sono riservate ai soli ospiti che fruiscono delle attività di cui all’articolo 2, nel rispetto della normativa igienicosanitaria in materia di qualità delle acque.
2. Per le piscine delle aziende agrituristiche non è obbligatoria la presenza dell’assistente bagnanti purché in presenza delle seguenti condizioni:
a) individuazione e realizzazione di percorsi, anche dedicati, di facile accesso per garantire l’assistenza;
b) presenza di personale addetto ad interventi di pronto soccorso, debitamente formato secondo quanto prevede la normativa vigente, prontamente disponibile durante le ore di apertura della
piscina.
3. Fatto salvo quanto disposto al comma 2, le disposizioni relative alla conduzione delle piscine delle aziende agriturisitiche sono definite dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 852 del 4/8/2006 “Piscine di proprietà pubblica o privata destinate ad utenza pubblica relative ad attività ricettive turistiche ed agrituristiche (categoria A gruppo a2.2)”.

Si chiarisce quindi che non è obbligtoria la presenza di un assistente bagnanti, indipendentemente dalle dimensioni e dalla profondità della piscina, a condizione che vengano rispettate le due condizioni contenute nella norma: la individuazione di percorsi di facile accesso per garantire l'assistenza, e la presenza di personale qualificato a svolgere operazioni di pronto soccorso durante gli orari di apertura al pubblico dell'impianto.
Con questa delibera si facilita senza dubbio la vita ai gestori degli agriturismi, anche se si ribadisce la necessità di garantire la sicurezza ai bagnanti. In pratica, non necessita un bagnino con tanto di patentino, ma si richiede la presenza di personale qualificato alle operazioni di pronto soccorso.
La norma specifica che è necessario aver conseguito una formazione documentabile, per cui sarà necessario rivolgersi alle associazioni di categoria o ad enti autorizzati alla formazione, per frequentare uno specifico corso e conseguire l'idoneità.
Forse così è più semplice per i gestori degli agriturismi, ma crediamo sia opportuno non abbassare la guardia sulla sicurezza, questa norma non va letta come una minor attenzione al problema della sicurezza, ma come ricerca di ulteriori possibilità sempre nell'ottica della tutela della salute.
Chi avrebbe voluto far sparire del tutto la necessità di garantire ai propri clienti un minimo di sicurezza e di responsabilità, resterà deluso, perchè questi aspetti sono sempre in primo piano. Ci domandiamo infatti quale possa essere il vantaggio concreto nel rinunciare ad un assistente bagnanti per passare ad un addetto ad interventi di pronto soccorso, quando la figura del bagnino risponderebbe anche a questo secondo aspetto.

Chi volesse consultare la norma per intero, la trova nella nostra sezione documenti.

 

(Hai trovato le informazioni che cercavi? Vuoi approfondire l'argomento? Utilizza il nostro forum tecnico, puoi fare domande e cercare risposte. Il servizio è gratuito, è sufficiente registrarsi.)