Evoluzione del mio progetto per una fuoriterra

  • Cuccurux
  • Avatar di Cuccurux Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26879 da Cuccurux
Dopo un bel po’ di energie spese per creare il mio piccolo angolo di Paradiso (con la ferma convinzione – leggasi speranza – che non diventi un’anticamera di Inferno), mi sono imposto un ritaglio di tempo per condividere con questa fantastica Comunità la mia breve – ma intensa – esperienza nell’ideazione, progettazione e realizzazione di una piccola ma complessa pozza balneabile nell’impervio giardino di casa.
Premessa fondamentale: non sono un professionista nel campo piscine e sicuramente avrò commesso numerosi errori, quindi sarò il primo a far tesoro degli appunti che saranno apposti alla mia realizzazione. Però a mio vantaggio ho la fortuna di occuparmi di diagnosi delle strutture civili, quindi qualche nozione e qualche attrezzo adeguato li possiedo.
Le mie prime piscine (perché ne ho prese due contemporaneamente) sono quelle che vedete nell’avatar. Come potete osservare sono state utilizzate per collaudare solai di edifici ed affini. Monta, riempi, lascia caricato per 3-4 ore, svuota, piega, riponi e via verso il prossimo intervento.
Ad un certo punto mi son detto che, durante il periodo di “quiete” (!) che la stagione estiva induce nel settore edile, non sarebbe stato sbagliato utilizzare la vasca più grande (400x210x75) per fornire un po’ di sollazzo ai pargoli, e – perché no – anche ai “pargoli meno giovani” di casa.
Dopo un paio d’anni di “rodaggio” con installazione dove lo spazio consentiva (lastricato quasi pianeggiante, ma sconnesso ed in ombra per quasi tutto il giorno), ho deciso di realizzare una piazzola su un terreno in pendenza. Migliore esposizione, migliore ubicazione, ma non proprio una cosa bella e pronta.



Passaggio n°1: identificazione della superficie che rispondesse al concetto “massimo rendimento con il minimo sforzo”. Quindi rilievo planoaltimetrico di una porzione di circa 12x6 metri per identificare l’area di 5.5x3 metri (che mi sono imposto per l’installazione di una vasca 4x2.1m) che comportasse, tra materiale rimosso e riportato, il minor lavoro possibile.


Passaggio n°2: pur dovendo scavare al massimo per 40 cm di profondità, dato che la zona in cui abito è stata oggetto di “errori di sgancio” durante la II Guerra, verifica con Georadar e Metal detector per scongiurare la presenza di ordigni bellici sepolti. Per fortuna sono strumenti che possiedo ed utilizzo per lavoro…

Passaggio n°3: realizzazione di contrafforte in pannelli OSB da 25 mm impregnati ed impermeabilizzati con resina poliestere tenuti in opera con tondino da armatura Ø12mm infissi per 50 cm nel terreno indisturbato e legati alla sommità da un controvento orizzontale

Passaggio n°4: scarificazione del terreno in eccesso mediante piccone, pala, dissodatore elettrico, demolitore e tanto, tanto tanto olio di gomito. Costipazione del terreno riportato mediante battitura manuale e piastra vibrante.


Abbiamo due orecchie ed una sola bocca: rendiamoci conto che siamo fatti per ascolatare il doppio di quanto possiamo parlare.

PS: Quasi tutte le risposte alle vostre domande si trovano qui: Documenti
Ringraziano per il messaggio: MarcoR, luigi_67, francodiclaudio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Cuccurux
  • Avatar di Cuccurux Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26880 da Cuccurux
Risposta da Cuccurux al topic Evoluzione del mio progetto per una fuoriterra
Passaggio n°5: realizzazione di pavimentazione sempre in OSB 25mm impregnato e rivestito in nylon industriale su tutta la superficie realizzata, posa di prato sintetico sul perimetro e, per contenere i costi, materassino da pittore (feltro + nylon) sull’area di insistenza della vasca.


In corso di utilizzo, acquisto di un filtro a sabbia Intex da 8 mc/h e skimmer mobile.

Risultato:


Come rodaggio, ci può stare.

Abbiamo due orecchie ed una sola bocca: rendiamoci conto che siamo fatti per ascolatare il doppio di quanto possiamo parlare.

PS: Quasi tutte le risposte alle vostre domande si trovano qui: Documenti
Allegati:
Ringraziano per il messaggio: MarcoR, luigi_67

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Cuccurux
  • Avatar di Cuccurux Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26881 da Cuccurux
Risposta da Cuccurux al topic Evoluzione del mio progetto per una fuoriterra
Quest’anno ho deciso di perfezionare il tutto per installare una Intex da 549x274.

Ampliamento della piazzola a 7x4.15m. Dopo la costipazione meccanica (stavolta tutta a mano) della porzione riportata, la massima differenza di quota della piazzola non eccedeva i 10 mm.



Contrafforti ancorati con barre Ø16mm e controventi a 30°

Perimetro di appoggio dei piedi piscina in OSB da 25 mm legato da OSB 12 mm, il tutto resinato (poliestere) ed avvitato

Pavimentazione impronta piscina in Polistirene da 3 cm
Il tutto coperto da n°3 strati di geotessuto da 200g/mq e da prato sintetico da 7mm in rotolo monolitico 7x4m.


Abbiamo due orecchie ed una sola bocca: rendiamoci conto che siamo fatti per ascolatare il doppio di quanto possiamo parlare.

PS: Quasi tutte le risposte alle vostre domande si trovano qui: Documenti
Ringraziano per il messaggio: luigi_67, Cerqui

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Cuccurux
  • Avatar di Cuccurux Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26884 da Cuccurux
Risposta da Cuccurux al topic Evoluzione del mio progetto per una fuoriterra

Modifica della vasca con applicazione di Skimmer GRE esterno. Confesso che tagliare il liner invalidando così fin da subito la garanzia della piscina appena acquistata non è una cosa del tutto furba, ma nonostante tutto sono fondamentalmente ottimista e confido ancora nella fortuna che aiuta gli audaci….


La resa della modifica ripaga tutto il sudore prodotto al momento di affondare la punta del coltello nel liner immacolato. Segnalo che nonostante lo skimmer lavori con un’inclinazione innaturale (le pareti della piscina con struttura in acciaio per cui è realizzato sono verticali, mentre quelle della piscina su cui l’ho applicato sono inclinate verso l’interno) conserva la sua efficacia.


Probabilmente, in presenza di nuotatori particolarmente “euforici”, potrà sussistere il rischio di aspirazione di aria, ma nel caso monitorerò la cosa e commuterò tramite una tre vie l’aspirazione sulla bocchetta originale.

Bocchetta che al momento sarà utilizzata per l’aspirazione della linea che manda allo scambiatore di calore che posizionerò sul tetto di casa.


Come già accennato nel post di un altro utente, sono 4 circuiti da 75 metri cad. di tubo da irrigazione da 16mm. Non sono ancora riuscito ad installarlo per problemi legati all’essiccazione della vernice (ho fatto casino con il diluente e son due giorni che aspetto che si asciughi per bene prima di portare i due pannelli su per quattro piani di scale).


Confido, calcoli alla mano, di tirar su –se necessario - di almeno 2 gradi al giorno la temperatura mattutina della vasca. Di notte coprirò la piscina con telo termico E telo di copertura. Abbondar non fa male….

Abbiamo due orecchie ed una sola bocca: rendiamoci conto che siamo fatti per ascolatare il doppio di quanto possiamo parlare.

PS: Quasi tutte le risposte alle vostre domande si trovano qui: Documenti
Ringraziano per il messaggio: MarcoR, Cerqui

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Cuccurux
  • Avatar di Cuccurux Autore della discussione
  • Offline
  • Moderator
  • Moderator
Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26885 da Cuccurux
Risposta da Cuccurux al topic Evoluzione del mio progetto per una fuoriterra
A tre giorni dal riempimento della vasca, il cedimento del terreno misurato in corrispondenza di ogni sostegno è , UNIFORME ed inferiore a 6 mm.



Ritengo il risultato davvero al di sopra di ogni aspettativa, ma ad ogni modo ho sempre pronte tre pompe di svuotamento per una potenza di fuoco di circa 30 metri cubi ora: la prudenza non è mai troppa….


Concludo con la chicca del faro a led magnetico Intex: poca spesa, TANTA resa….


Non dico di aver fatto tutto il lavoro per questo risultato (i vicini di casa temevano fosse atterrata una navicella extraterrestre), anche se….. :) :) :)

Andrea

Abbiamo due orecchie ed una sola bocca: rendiamoci conto che siamo fatti per ascolatare il doppio di quanto possiamo parlare.

PS: Quasi tutte le risposte alle vostre domande si trovano qui: Documenti
Ringraziano per il messaggio: MarcoR, luigi_67, Cerqui

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Di più
2 Anni 4 Settimane fa #26889 da MarcoR
Anzitutto, davvero complimenti e grazie!
Sia per i lavori fatti che per aver messo questa esperienza a disposizione di tutti.
Credo che sia evidente per tutti come, anche per una piscina classificata come "economica", ci siano tante cose a cui pensare e non basti montarla e riempirla.
Complimenti anche per il racconto, pieno di dettagli e sano senso dell'ironia!
Bravissimo!
(anzi, bravissimi tutti perchè vedo che è stato fatto un lavoro di gruppo fantastico!)

____________________________________________________________________________
1) Leggete il Regolamento del Forum!
2) Consultate prima la sezione Documenti
Ringraziano per il messaggio: Cuccurux

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.547 secondi
Powered by Forum Kunena