Come abbiamo più volte ripetuto, sono numerosi gli accessori che possiamo installare nella vostra nuova piscina. Alcuni vanno previsti fin dalla progettazione, perché comportano opere strutturali e successivamente sarebbe troppo costoso ed invasivo posizionare.
Altri possono essere installati successivamente, anche dopo qualche anno di utilizzo della nostra piscina.
Fra gli accessori ci sono anche tutte quelle attrezzature che pur non essendo installate sulla piscina, sono complementari nella manutenzione di essa.
Vediamoli qui nel dettaglio, almeno i principali, per dare una panoramica il più possibile completa.

Scale prefabbricate

Una scala di accesso ampia e comoda da utilizzare è uno degli accessori più presenti in ogni piscina. Non solo l'accesso viene facilitato, anche la possibilità di accomodarsi sui gradini per momenti di riposo e di convivialità.
Queste scale, sono realizzate in poliestere o fibra di vetro, possono essere rivestite in superficie con gel coat, ed hanno una ottima resistenza e durata nel tempo.
Sono una buona alternativa economica alle scale realizzate in muratura.
Non possono essere rivestite dall'impermeabilizzazione, ma possiedono delle flangiature per bloccare il rivestimento lungo il perimetro. Il limite è appunto quello che, pur essendo di colore simile a quello delle pareti della piscina, non sono esattamente uguali.
Inoltre sono tutte a sviluppo esterno, cioè fuoriescono dalla sagoma della piscina.
E' anche possibile equipaggiarle con bocchette idromassaggio, ed hanno forme e dimensioni di vario tipo, alcune possiedono anche delle sedute specifiche per l'idroterapia.
Se si desidera rivestire la piscina con il liner (sacco pre-saldato in fabbrica) la scelta della scala prefabbricata è obbligatoria.
La realizzazione di una scala in muratura impone il rivestimento in PVC armato (oppure mosaico o piastrelle), per questo motivo i costi sono maggiori, anche se si ha la totale libertà di scegliere forma e dimensione, oppure di realizzare scale interne o esterne.

INDICE

Bordi e pavimentazioni

Le piastrelle che si utilizzano sui bordi piscina (chiamate anche con un francesismo "margelle"), hanno lo scopo di rifinire la piscina e di impedire che acqua piovana o proveniente dai lavaggi dei marciapiedi, entri in vasca, sporcandola.
Sono disponibili di diversi materiali e colorazioni, dal cemento alla pietra ricostruita, con prezzi molto variabili. Di solito è possibile abbinare piastrelle per marciapiedi coordinati, in modo da avere una uniformità di colore e materiale.
La scelta di un tipo piuttosto che un'altro dipende esclusivamente dal vostro gusto estetico, e non è obbligatorio utilizzarle. E' anche possibile impiegare altri materiali, come ad esempio il legno.
Quello che comunque suggeriamo è di prevedere attorno alla piscina una fascia "pulita" dove poter camminare a piedi scalzi, e che sia facilmente lavabile. Eviterete di portare in acqua sporco eccessivo.
Un'altra nota: non lasciatevi tentare da colori troppo scuri (salvo il legno), durante i periodi più caldi può diventare impossibile camminare a piedi nudi!

INDICE

Rivestimenti

I materiali impiegati hanno essenzialmente lo scopo di impermeabilizzare la piscina e di garantire un effetto gradevole alla vista.
I più diffusi sono i PVC, che posso essere "Liner" cioè sacchi già saldati con spessori di circa 0,75 mm, oppure "PVC armato" (anche chiamato "Trevira"), teli da saldare a caldo sul posto, costituito da più strati in PVC con interposta una maglia di rinforzo in poliestere. Questi teli hanno uno spessore di 1,5 mm.
Sono i più diffusi perchè uniscono una ottima impermeabilizzazione ad un costo contenuto, possono adattarsi a qualunque forma, sono riparabili, e quando sono da sostituire non è necessario procedere a costose opere murarie.
Disponibili in tinta unita in varie colorazioni oppure con fantasie stampate. Un particolare: ricordate che il colore azzurro all'acqua non è determinato dal colore del rivestimento, ma dal cielo! Per cui la scelta una tinta rispetto ad un'altra, può modificare la tonalità di azzurro, ma anche facendo un rivestimento bianco, l'acqua sarà sempre azzurra.
Maggiori dettagli e spiegazioni tecniche dei vari rivestimenti, compresi i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno lo potete trovare nel nostro forum tecnico, in questo articolo.

INDICE

Illuminazione

Lo scopo dell'illuminazione in una piscina è esclusivamente di ordine estetico, non ci sono necessità tecniche. Comunemente vengono proposti fari classici da 300 watt che funzionano a 12 volt. Una buona illuminazione si ottiene predisponendo una lampada ogni 25 mq circa.
In questi ultimi anni, hanno fatto la comparsa sul mercato i fari a led, che uniscono una buona illuminazione con un basso consumo di energia (a parità di illuminazione, si consumano 60 Watt contro 300), ed una durata superiore alle 10.000 ore di luce. Fino a ieri il prezzo elevato ne limitava l'impiego in limitati casi, ma l'ottimo interesse suscitato e la diffusione sempre maggiore, stanno contribuendo alla riduzione sensibile dei prezzi, riportando in primo piano questo prodotto.
Un'altra soluzione sono le fibre ottiche, illuminazione molto particolare che va studiata nei particolari per ottenere effetti gradevoli e creare atmosfere particolari. Il loro impiego è soprattutto consigliato su vasche di dimensioni contenute, oppure per valorizzare particolari aspetti della piscina, come scale, isolotti o cascate d'acqua.

INDICE

Nuoto Contro-corrente

Questo dispositivo ha il compito di permettervi di nuotare anche in vasche di modeste dimensioni, in quanto produce un getto di acqua di intensità variabile, che obbliga al nuoto per rimanere nella medesima posizione.
Si tratta di un accessorio molto utile a chi desidera fare esercizio fisico di buon livello, ma a causa di spazi ridotti o di scelte estetiche non vuole realizzare piscine di grosse dimensioni.
Questo accessorio va installato in fase di costruzione della piscina, necessita di opere murarie e potenze elettriche adeguate (da 1,5 kW in su).

INDICE

Idromassaggio

Un accessorio di benessere molto interessante, è possibile creare una specifica zona all'interno della piscina, oppure attrezzare con esso una scala romana. Nella scelta di questo accessorio, abbiate cura che sia adeguato alle vostre esigenze, sia come numero di bocchette che tipologia delle stesse. Non è raro veder spacciare per idromassaggio dei semplici getti d'acqua inseriti a caso.
Non è confortevole il suo uso se l'acqua della piscina non è ben calda, per cui se questo è un accessorio per voi fondamentale, ed intendete utilizzarlo con regolarità, considerate la possibilità di creare una piccola vasca specifica per questo uso, dove sarà inserito anche un sistema di riscaldamento.

INDICE

Riscaldamento

Va premesso che non è logico pensare ad un sistema di riscaldamento senza prevedere contemporaneamente anche un sistema di copertura della piscina, equivale a riscaldare una casa senza il tetto!
Le tecnologie disponibili sono quella tradizionale con l'uso di una caldaia (a gas, gasolio o altro) ed uno scambiatore di calore, oppure la più moderna pompa di calore.
Quest'ultima ha il vantaggio di avere costi di rendimento molto convenienti, perchè sui modelli più validi ha un rapporto di 1 a 5, cioè 1 kW consumato dalla pompa di calore equivale a 5 kW di rendimento termico. Funzionano a corrente ed i modelli per piscina (diversi rispetto a quelli delle abitazioni) hanno componenti realizzati in materiali adatti a resistere agli agenti chimici normalmente presenti in una piscina, sale compreso.
Il sistema di riscaldamento può essere installato anche in un secondo tempo rispetto alla costruzione della piscina, perchè sarà sufficiente intercettare le tubazioni di ricircolo per eseguire il collegamento.
Sono anche state presentate sul mercato soluzioni con l'impiego dell'energia solare, a nostro giudizio si tratta di soluzioni ancora poco mature e, quando funzionali, molto costose. E' un progetto interessante e merita attenzione, ma non lasciatevi ingannare dalla faciloneria e dalle promesse, chiedete dati certi e fate valutazioni approfondite su quello che è effettivamente ottenibile.

INDICE

Docce solari

Ormai molto diffuse, sfruttano i raggi solari per riscaldare un serbatoio, normalmente integrato nella struttura, con capacità tra i 20 e i 30 litri, sufficienti per gli usi familiari.La scelta tra un modello e l'altro dipende essenzialmente da questioni estetiche, il principio di funzionamento è analogo per tutti i modelli ed i prezzi variano a seconda dei materiali più o meno nobili che vengono impiegati nella loro costruzione, oppure agli optional inseriti: lavapiedi, nebulizzatori, gruppi di miscelazione.
Esistono anche modelli con capacità di serbatoio maggiori, destinati ad usi collettivi (condomini, stabilimenti balneari ecc.)
E' sufficiente un semplice collegamento alla rete idrica ed il loro funzionamento è totalmente autonomo.

INDICE

Coperture a tapparella

Uno degli aspetti che più preoccupano dopo la costruzione della piscina, è la sua manutenzione... e la questione fondamentale è la pulizia.
Una delle soluzioni è la copertura con una tapparella motorizzata, oltre a proteggere tutto l'anno la vostra vasca, assicura anche un ottimo livello di sicurezza.
La realizzazione può avvenire sia in fase di costruzione della vasca che successivamente, in ogni caso va considerato che si deve riservare circa 1 metro di profondità (sulla lunghezza del lato dove viene installata), che verrà escluso dalla balneazione.
E' comodissimo il suo uso, possibile a chiunque senza difficoltà, è ideale anche per chi ha deciso di utilizzare un sistema di riscaldamento.

INDICE

Coperture telescopiche

Ha le stesse funzioni di una copertura a tapparella, ma consente anche la balneazione quando è chiusa, permettendo quindi di utilizzare la piscina per molti mesi l'anno.
Ad un costo leggermente superiore alla tapparella, si ottiene una perfetta protezione, e non ha necessità di ulteriori licenze a costruire, perchè è rimovibile e ha una altezza moderata.
Può essere solo rimovibile, scorrevole e rimovibile, oppure motorizzata. Il modello che vi proponiamo noi non necessita di guide fisse sul pavimento.
E' ideale sulle piscine di forma regolare, con qualche complicazione in più sulle forme irregolari e con bordi a cascata.
Abbinata al riscaldamento, vi consente la balneazione per tutto l'anno, con costi accessibili.
Realizzata in alluminio e policarbonato, detiene un buon numero di brevetti che la pongono ai vertici della sua categoria, offrendovi una sicurezza assoluta (si può chiudere a chiave!) e un gradevole aspetto estetico.

INDICE

Teli di copertura

Si tratta della soluzione più economica per la copertura della piscina, sia nel periodo invernale, sia per teli che nascono per la coibentazione estiva.
Non è la soluzione ideale esteticamente, ma svolge bene il suo compito senza investimenti eccessivi.
Esistono vari modelli che si differenziano per tipologie di ancoraggio ai bordi, sia per la loro consistenza e robustezza.
Sono disponibili anche modelli con integrate barre in alluminio per consentire di reggere il peso di un bambino e fornire quindi un buon grado di sicurezza.
Hanno comunque il difetto di una durata limitata e della difficoltà nel posizionarle e rimuoverle, operazioni che è spesso difficile che possano essere compiute da una sola persona.

INDICE

Trattamento acqua

Il mercato attuale presenta numerosi dispositivi più o meno sofisticati per facilitare la manutenzione dell'acqua della vostra piscina. Questo argomento è stato trattato più volte nel nostro forum tecnico che potete visitare.
Premesso che nessuno di questi dispositivi è indispensabile, in quanto è possibile mantenere l'acqua di una piscina privata con poche operazioni manuali, sono però molto utili su piscine alle quali non possono essere dedicate troppe attenzioni, oppure nelle piscine delle seconde case dove è possibile dedicare solo il week end.
Diventano indispensabili nelle piscine condominiali e pubbliche.
I modelli disponibili sono moltissimi, ed i principi sui quali si basano sono diversi, dalla elettrolisi del sale al dosaggio di prodotti chimici, fino ad arrivare a controlli gestiti da PC e controllati in remoto.

INDICE

Pulizia

Una piscina che deve essere bella, non può prescindere da una corretta pulizia, e senza una corretta pulizia è difficile mantenere l'acqua sana, non sono sufficienti neanche i trattamenti chimici.
In dotazione alla piscina, alla fine della costruzione, vengono di solito forniti attrezzi manuali per provvedere alle operazioni di pulizia (aspirafango, retini, ecc.).
L'acquisto di un pulitore autonomo è senza dubbio consigliabile, sia esso idraulico (i più semplici ed economici) sia esso elettrico. Il mercato offre di tutto e la scelta dovrà tener conto soprattutto dell'affidabilità del vostro rivenditore, che vi deve garantire la necessaria assistenza. Non sottovalutate questo aspetto, quasi mai al prezzo più basso corrispondono adeguati servizi.

INDICE

Prodotti chimici

La scelta del trattamento chimico per mantenere pura l'acqua della vostra piscina è consigliabile farla con il vostro manutentore, tenendo conto di tutte le esigenze in gioco.
Il cloro è ancora oggi il prodotto più utilizzato, sia per la sua comprovata efficacia e semplicità d'uso, sia per il costo contenuto.
Esistono anche trattamento alternativi che non fanno uso di cloro, come l'ossigeno e il bromo ed altri che vengono continuamente sviluppati per consentire una scelta diversificata all'utente finale.
Ognuno di essi ha caratteristiche di applicazione diverse e limiti che vanno conosciuti, non esiste un trattamento che vi permetta di trascurare la piscina.
Un altro aspetto da considerare è quello della qualità dei prodotti. Senza voler intraprendere crociate, suggeriamo sempre di non fidarsi troppo di prodotti a buon mercato, senza garanzie e senza assistenza, a volte i danni prodotti sono molto più onerosi rispetto ai vantaggi economici dell'acquisto.
Pur essendo vero che l'acqua della piscina non va bevuta, è altrettanto vero che vi ci immergete, e non lo fareste mai sapendo di farlo in una acqua inquinata.
Abbiamo approntato un manuale d'uso della piscina, la parte del trattamento e controllo dell'acqua è la più ampia, vi suggeriamo di leggerlo e di fare attenzione ai consigli che vi trovate, quanto abbiamo scritto nasce da molti anni di esperienza e di casi realmente affrontati.

INDICE